Al via la stagione NFL: che la battaglia abbia inizio

Tutto è pronto per l'inizio di una nuova stagione di football. Dentro e fuori dal campo

Inizio NFl 2021. Inizio della battaglia.
Quella di Tampa per confermarsi, Kansas per riprendersi, Green Bay per sognare, Tennessee per stupire e via così?
Anche, certo, ma più che altro, finalmente, ricomincia la battaglia del telecomando la domenica alle 19. La battaglia della partita da vedere, degli Steelers fissi perché hai il figlio invasato o di Red Zone perché a te, in fondo, piace vedere il football, al di là dei colori delle maglie.

La battaglia della cena pronta da finire tra primo e secondo quarto. Della moglie o fidanzata che “stasera ci sarebbe quel film da vedere o i miei genitori da incontrare…”
La battaglia della riunione o l’interrogazione l’indomani mattina e il Monday night imperdibile che comincia alle 2 di notte.
La battaglia delle trade rifiutate perché credi nella tua squadra che il recap del Fantasy NFL ha già dato per spacciata. Della corsa a opzionare il backup del runningback che si è appena infortunato e da domenica prossima giocherà come non ha mai fatto in vita sua.

La battaglia dello speriamo che DAZN regga e del “cazzo perché non fanno vedere Dallas”. O quella del Game Pass che “così posso vederle tutte” ma il wifi chiede pietà e ti abbandona sul quarto e inches.
La battaglia della partita che vuoi vedere con calma il giorno dopo e vivi azzerando qualsiasi social o notifica perché altrimenti qualcuno ti spoilera sicuro il risultato.
Comincia la battaglia tra il godersi la nuova giornata che arriverà e il pensiero che, dopo, ne mancherà una in meno alla fine di una stagione sempre maledettamente troppo corta.

Perché tutto questo è il football, al di là di statistiche, rivalità, campioni, placcaggi e intercetti. Che, certo, sono quello senza di cui tutto il resto non esiste, ma non esauriscono minimamente il mondo che ricomincia, finalmente, a girare.
Punteggi, classifiche, vittorie… sono il buco intorno a cui ciascuno costruisce la sua ciambella di football: senza buco, va da sé, la ciambella non esiste. Ma, in fondo, ci si nutre di quello che al buco sta intorno. E ognuno lo condisce come più gli piace.

Allora, finalmente, buon football a tutti. Scusandoci se in questo ideale articolo di “buon inizio” non ci siano pronostici, grandi nomi, spunti tattici… Semplicemente, abbiamo voluto arrivare un po’ prima nel parcheggio del grande stadio del football NFL, aprire il baule e metterci a grigliare con una birra in mano. Insieme a tutti voi.
This is football. Buone battaglie a tutti!

Articolo precedente La maledizione di Madden: leggenda o realtà?
Prossimo articolo Le scommesse più assurde sulla prossima stagione NFL